Gestione di un allevamento ovino in selezione

Zicchittu, Giovanni Pietro (a.a. 2017/2018) Gestione di un allevamento ovino in selezione. Tesi di Laurea in Scienze agro-zootecniche (L-25), Università degli studi di Sassari, relatore Rassu Salvatore Piergiacomo, pp. 49. [Tesi di Laurea triennale]

[img]
Preview
Text
Download (1MB) | Preview
Full text disponibile come PDF. Richiede visualizzatore di PDF come GSview, Xpdf o Adobe Acrobat Reader.

Abstract

La Sardegna con i suoi oltre 3 milioni di capi rappresenta la principale regione italiana nell’allevamento degli ovini ed in modo particolare ad indirizzo produttivo lattea. Questo è dovuto in parte anche all’importante lavoro di miglioramento genetico che è stato svolto in quasi 100 anni di selezione. Il tirocinio è stato svolto in una azienda in cui sono allevate oltre 550 pecore di razza Sarda tutte in selezione. Per queste ragioni l’azienda deve rispettare una serie di regole e di controlli finalizzati al rilevamento periodico della produzione quanti-qualitativa di latte. In particolare, grande attenzione viene riservata agli aspetti riproduttivi degli animali, in quanto l’allevatore deve essere in grado di individuare la maternità e paternità degli agnelli nati. Per raggiungere questo obiettivo in azienda è necessario ricorrere alla costituzione dei gruppi di monta (1 ariete ogni 48 pecore) tenuti separati fra loro sino a fine luglio, e soltanto dopo un vuoto riproduttivo di 15 giorni, comunicato all’APA, le pecore possono essere riunite in un unico gruppo ed in presenza di più arieti. Pertanto, gli arieti sono confinati in stalla da settembre a maggio, e sono uniti alle pecore sino a settembre. Ai fini del miglioramento genetico l’azienda acquista arieti selezionati da altre aziende in selezione ad un prezzo di 1.500 €, ed allo stesso tempo vendono i maschi selezionati nati in azienda ad un prezzo di 800-1.200 €. Al momento del parto l’allevatore assocerà ad ogni agnello nato il codice della madre ed il padre sarà individuato sulla base della data di parto. I controlli funzionali sulla produzione devono iniziare non prima del 30° e non dopo l’80° giorno dal parto e saranno ripetuti con frequenza mensile, da parte di un controllore dell’APA. La fertilità annuale è risultata pari al 98% anche se quella autunnale è inferiore al 70%, con una prolificità media del 110%. La maggior parte dei parti sono concentrati tra ottobre e metà novembre e si protraggono sino a marzo. Questa distribuzione dei parti per 6 mesi comporta che gli agnelli destinati al macello siano venduti a prezzi variabili da 3,60 a 4,80 €/kg pv, in concomitanza delle festività natalizie e pasquali, a prezzi 2,50-3,00 €/kg di pv negli altri periodi. Per quanto attiene alla gestione delle pecore, nei primi 2 giorni post-parto sono confinate in ovile e soltanto successivamente è consentito loro andare al pascolo per 2-3 h/d; l’integrazione alimentare è basata sulla somministrazione di fieno aziendale a volontà, 500 g/d di fieno di medica e 800 g/d di concentrati dal parto sino al mese di marzo. Nel periodo successivo sino all’asciutta si elimina il fieno di medica, si riducono i concentrati a 400 g/d e si introducono 400 g/d di polpe di barbabietola. La produzione giornaliera di latte varia in funzione del numero di pecore in mungitura con valori iniziali nel mese di novembre di circa 400 L/d per raggiungere il picco nel mese di marzo con oltre 700 L/d e calare ad agosto a meno di 200 L/d. I parametri qualitativi di grasso e proteina rientrano nei valori tipici della razza, rispettivamente superiore al 6% e 5,3%; il contenuto microbico è sensibilmente inferiore ai valori medi regionali (ufc/ml 150.000 vs 1.000.000), mentre il contenuto cellulare è superiore (n./ml 1.700.000 vs 1.000.000). Il latte è venduto alla Cooperativa La Concordia di Pattada ad un prezzo variabile in funzione della sua qualità da 0,70 a 0,81 €/L.

Tipologia di tesi: Tesi di Laurea triennale
Autore: Zicchittu, Giovanni Pietro
Relatore: Rassu, Salvatore Piergiacomo
Disciplina MIUR: Area 07 - Scienze agrarie e veterinarie > AGR/19 ZOOTECNICA SPECIALE
Struttura: Dipartimento di Agraria
Corsi di Laurea: Scienze agro-zootecniche (L-25)
Anno Accademico: 2017/2018
Sessione: Estiva
Parole Chiave: Ovini, riproduzione, gruppi di munta, saccaie
Codice ID dell'EPrint: 1195
Data di Deposito: 29 Aug 2018 08:45
Tipo di tesi: Compilativa
URI: http://unisslaurea.uniss.it/id/eprint/1195

Accesso riservato agli amministratori

Modifica Elemento Modifica Elemento